Cosa mangiamo?

Cosa mangiamo?

Anche l’alimentazione è un aspetto da attenzionare se si soffre di cistite, provo a darvi qualche dritta che potrebbe rivelarsi utile!

n°1 – Alcalinizzare

La cistite è una infiammazione della vescica. Una “bruciatura” per essere più linguisticamente più incisivi. E saremo tutte d’accordo sul fatto che nessuno si sognerebbe mai di mettere qualcosa di acido su una bruciatura! Tanto più che nella vescica dell’acido è presente in modo permanente: le urine! (la loro tendenziale acidità è fisiologica). La prima cosa da fare dunque per calmare il bruciore e quindi l’episodio acuto di cistite o per renderle il terreno meno propizio (e fare quindi prevenzione) è “disacidificare” al massimo le urine.Per farlo bisognerebbe seguire una dieta tendenzialmente alcalinizzante, seguendo l’indice PRAL degli alimenti. Questi “punteggi” danno un’idea del potenziale acidificante di questo o quel cibo. Più ci si indirizza verso dei valori di PRAL alti (e quindi alcalinizzanti), meglio è 🙂

Allego una foto con alcune indicazioni di massima, ma anche a questo link troverete tante info utili:

http://www.megamediateam.it/alimentazione/commerciale/pral.php

(se scorrete il file trovate una tabella parecchio esaustiva)

Deduciamo abbastanza velocemente che tutto ciò che é “animale” è tendenzialmente acido, mentre una dieta alcalinizzante vira verso un regime tendenzialmente vegetariano.Naturalmente questo non vuol dire che è necessario eliminare tutti gli alimenti acidificanti. Quello che conta di più è evitare di accumulare, durante un singolo pasto o nella medesima giornata, 300 grammi di bistecca di manzo, formaggi e mezza tavoletta di cioccolato, ad esempio. Come in tutto insomma, l’importante è la moderazione.n°2- Limitare l’ “eccitazione” e l’ “ossidazione”Un altro accorgimento è quello di evitare tutto ciò che in un modo o nell’altro può aumentare:- la motilità (contrazioni involontarie)- gli spasmi dolorosi- l’abrasione della parete vescicaleSono quindi da evitare come la peste alimenti come:

  • alcool (e fumo!)
  • cioccolato
  • spezie di ogni genere
  • alimenti affumicati o essiccati
  • alimenti eccessivamente zuccherini- industriali pieni di conservanti, coloranti, additivi

Ecco una breve lista degli alimenti MENO VESCICA-FRIENDLY

ANANAS-BIRRA-BEVANDE GASSATE-CAFFE’ (ANCHE DECAFFEINATO-)ALCOLICI-CUCINE ORIENTALI MOLTO SPEZIATE-EDULCOLORANTI-GLUTAMMATI-SUCCHI DI FRUTTA (ANANAS- TUTTI GLI AGRUMI)-SUCCO DI MIRTILLO-SPEZIE, PEPE, PEPERONCINO-POMODORI E DERIVATI-THE’-ACETO-LIMONE

Alimenti PIU’ VESCICA-FRIENDLY

AVENA-AVOCADO-BANANA-BROCCOLI-CAROTE-PREZZEMOLO-FUNGHI-CAVOLI-COCOMERO-MELONE-PATATE- DOLCI-PASTA-UVA-RISO-ZUCCA-CETRIOLO

n° 3- Ascoltatevi!

Il vostro corpo è senz’altro il miglior “informatore” del vostro stato di salute e benessere, ascoltatelo, perché vi darà utili suggerimenti su come modulare al meglio queste informazioni su di voi. Ad esempio, molte riportano di trovare benefici nel limone, altre stanno decisamente meglio una volta tolto dalla loro dieta.Vi suggeriamo a questo proposito di fare delle prove alimento per alimento e di annotare la reazione dell’organismo dopo qualche ora per decidere cosa lasciare e cosa buttare dalla torre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *